Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Lezione congiunta: Il verso lunghissimo: quando la poesia ha un respiro più lungo della prosa (Riccardo Frolloni) Ritratti dal basso: personaggi al margine in Pavese, Di Ruscio e Cappello (Roberto Minardi)

Data:

10/05/2022


Lezione congiunta: Il verso lunghissimo: quando la poesia ha un respiro più lungo della prosa (Riccardo Frolloni)  Ritratti dal basso: personaggi al margine in Pavese, Di Ruscio e Cappello (Roberto Minardi)

Il verso lunghissimo: quando la poesia ha un respiro più lungo della prosa (Riccardo Frolloni)

I poeti hanno necessità di lavorare sul verso, sul suo significato, è l’elemento base della propria arte, la pennellata. Il verso si accorcia, si allunga, a volte solidifica, a volte esplode in frammenti. Alcuni poeti, tirando al limite il verso, sono sfociati nella prosa, nella «prosa in prosa», dove il verso è così gassoso, così lungo, da non essere più, se non come idea. Ci sono però poeti che ancora credono nella forza misterica del verso, una forza che si manifesta tonalmente, come un’atmosfera o un ronzio, e si rinnova ad ogni a capo: un verso lunghissimo, con un respiro più lungo della prosa. Da Whitman a Jorie Graham, analizzeremo cosa fa tenere in piedi un verso-fiume.

 

Ritratti dal basso (Roberto Minardi)

Partendo da Cesare Pavese (1908-1950) e la sua famosa raccolta Lavorare Stanca, passando per un outsider della poesia italiana del Novecento, quale è stato il “poeta-operaio” Luigi Di Ruscio (1930-2011), includendo poi alcuni testi di Pierluigi Cappello (1967-2017), esploreremo la tendenza di questi autori a ritrarre personaggi e contesti al margine della società. Andremo ad analizzare alcuni passaggi selezionati per riflettere sul modo in cui ogni autore usa la tecnica del ritratto e con che diversi obiettivi. Esploreremo il valore ‘civile’ e ‘antropologico’ di queste rappresentazioni, ma anche l’aspetto più strettamente legato all’arte di immedesimarsi nei personaggi descritti, o avvicinarsi a loro, tramite la scrittura poetica.

 

Università di Vilnius, Facoltà di Filologia, aula SP1 (Universiteto g. 3, Vilnius)
Seminario in lingua italiana. Livello minimo consigliato - B1.

L'evento si svolge nell'ambito della Rassegna di poesia italiana in Lituania L'Italiano dei poeti.

Per prenotare il posto premi QUI

Informazioni

Data: Mar 10 Mag 2022

Orario: Dalle 09:00 alle 10:30

Organizzato da : IIC Vilnius, Università di Vilnius, Università Vytautas Magnus

Ingresso : Libero


Luogo:

Università di Vilnius, Facoltà di Filologia, aula SP1

762